Come scegliere il fotografo per i Ritratti Aziendali

Pubblicato da Massimiliano Ferrari in Marketing, Social Media

Fotografo Ritratti Aziendali Corporait Portrait Business Portrait

In due precedenti post ho parlato di Business Portrait e dato suggerimenti su Come realizzare un servizio di Business Portrait di successo. In questo articolo ti spiego le qualità richieste al fotografo di Business o Corporate Portrait, viste dal punto di vista dell’agenzia, ossia il soggetto che progetta il servizio ed affida l’incarico.

 

Qualità del fotografo di Ritratti Aziendali

Quali caratteristiche deve possedere un fotografo professionista di corporate portrait?

Non ho la presunzione di essere il depositario della verità, ma sono un imprenditore della comunicazione e se devo scegliere un fotografo professionista per realizzare un servizio di corporate portrait per i miei clienti, queste sono le caratteristiche che prendo in esame.

Se sei un imprenditore ed hai in programma di realizzare il tuo servizio di business portrait, puoi prendere spunto dai miei criteri di scelta per valutare il fotografo professionista da ingaggiare, o per verificare se li possiede il tuo.

 

1. Ritrattista esperto

Non esistono fotografi tuttologi!

Ogni professionista serio sa affrontare sicuramente ogni genere di fotografia ma difficilmente eccelle in più di un campo (quanti fotografi di moda vengono premiati per reportage?). Per un servizio di corporate portrait non possiamo ingaggiare un fotografo a caso dobbiamo puntare decisi su un esperto ritrattista.

Il grande ritrattista ha la capacità particolare di entrare in contatto intimo con la personalità o con un’emozione del soggetto. Nel ritratto aziendale non ci è consentito entrare cosi in profondità con i nostri soggetti, spesso non ne abbiamo nemmeno il tempo, tuttavia anche in questo campo è fondamentale che il fotografo usi tutta la sua capacità di essere empatico, di entrare in contatto con le persone e catturare il momento giusto.

Fotografo professionista di Ritratti Aziendali

 

2. Relazionarsi con le persone e con il gruppo

Un fotografo ritrattista possiede la capacità di mettere a proprio agio il soggetto. Tuttavia uno shooting di Business Portrait è più complicato perché ci troviamo di fronte a persone con competenze e formazione diverse, che ricoprono posizioni gerarchiche diverse e che faranno lo shooting insieme e quindi non avrai la possibilità di sviluppare un rapporto one-to-one approfondito con ciascuno di loro.

Devi avere la capacità di mettere tutti a loro agio, creare empatia, farli rilassare rispettando i diversi ruoli.

 

3. Stile

Nel corso di questo incarico dovremo fare anche un ritratto del Presidente o dell’AD dell’azienda, fuori dal progetto generale: dovrai produrre un ritratto ambientato potente da cui emergano la personalità e le individualità del soggetto.

Per questi personaggi importanti è fondamentale creare un’immagine originale e personale, non te la puoi cavare con primi piani su fondale neutro e schema luci Butterfly, troppo banale.

Dai un’occhiata ai ritratti di Marco Tortato e capirai di cosa parlo.

 

4. Trasmettere sicurezza e professionalità

L’atteggiamento di un fotografo durante la sessione di scatti trasmette una sensazione di autorità (forte o debole) e competenza (grande o scarsa).

Dovrai mettere a proprio agio le persone ma non sei un clown né un comico, sei un professionista al cospetto dell’imprenditore, che in quel momento sta pagando sia il fotografo che i suoi collaboratori per… farsi fotografare. Quindi devi dirigere lo shooting con sicurezza e professionalità altrimenti lo vedrai trasformare nell’incredibile Hulk!.

Anche gli altri soggetti hanno bisogno di sicurezza, di fiducia che il loro naturale imbarazzo sarà premiato da un ottimo ritratto.

La fiducia è contagiosa, inizia dal capo (che non deve mai aspettare), conquista il secondo soggetto e gli altri ti seguiranno, il set sarà tuo.

Se non conquisti le persone, otterrai solo ritratti mediocri.

 

5. Flessibilità

Il tuo compito è quello di fotografare le persone nei loro ambienti di lavoro.

Ci troviamo quindi a lavorare su uno o più set diversi tra loro per spazi, atmosfera e luce, ed è quindi richiesta al fotografo capacità di adattamento e capacità di lavorare sia in luce naturale, sia in luce ambiente, sia… senza luce (per gli esperti = alti ISO) producendo comunque un insieme di immagini coerenti e gradevoli. Per esempio, se gli ambienti sono piccoli e non puoi allestire un set con monotorce, dovrai cavartela anche con un solo speedlight ed un pannello riflettente, oppure con un solo pannello riflettente!

Fotografia di Ritratto_Aziendale_Officina

Il tuo Kit di luci e modificatori dovrà essere in auto, useremo tutto ciò che sarà possibile ed il meno possibile, ma dobbiamo avere tutto a disposizione per ogni necessità.

Nel kit non possono mancare un rullo levapelucchi ed un ferro da stiro, gli abiti dei dirigenti devono risultare impeccabili e non ho voglia di ripulirli in Photoshop!

 

6. Affidabilità e disponibilità

Il turnover del personale richiederà periodici interventi di aggiornamento, l’azienda dovrà sostituire alcuni ritratti con quelli dei nuovi dipendenti e sarà necessario usare lo stesso stile e replicare luci ed atmosfera.

Per questo motivo per me è importante affidare il lavoro ad un professionista affidabile e disponibile a tutte le integrazioni, che non si monti la testa credendosi Steve Mc Curry…

 

Conclusione

Quello del Business Portrait è un incarico solo all’apparenza “normale” ma non lo è per nulla, e diventa più impegnativo con l’aumentare delle persone che compongono il gruppo, delle sedi e dei luoghi di lavoro in cui eseguire lo shooting.

Competenza tecnica, capacità di relazione, pazienza, serietà ed affidabilità sono qualità imprescindibili per il fotografo professionista di questo genere.

Neppure in fotografia esistono i tuttologi, nemmeno il tuo fotografo di fiducia lo è. Quindi per i vari generi di fotografia di cui ha bisogno la tua azienda (fotografia di architettura, still life dei tuoi prodotti, le fotografie dei tuoi eventi, etc.) ti consiglio di scegliere fotografi professionisti specializzati in ciascun genere, chiedendo il loro portfolio. Oppure puoi semplificare la tua ricerca affidandoti ad una agenzia fotografica come Max Marketing che ti potrà proporre il professionista più idoneo di volta in volta.

Non aspettare, valuta fai subito una valutazione del tuo progetto, chiama Max Marketing.

Massimiliano Ferrari

Laureato alla Bocconi, fa una lunga gavetta nel marketing dal 1995. Nel 2003 la sua prima esperienza imprenditoriale. Nel 2007 fonda Max Marketing che guida ancora oggi. Dopo Max Marketing, la sua passione è la fotografia.