Come organizzare un Concorso a premi ed essere in regola con la normativa

Pubblicato da Massimiliano Ferrari in Manifestazioni a premi, Marketing, Social Media

Come organizzare un Concorso a premi ed essere in regola con la normativa

 

Per realizzare un Concorso a Premi in Italia è necessario osservare una serie di adempimenti previsti da una normativa precisa.

Qualsiasi tipo di Concorso a premi (con cartolina, online, sui social network) che preveda l’attribuzione di uno o più premi aventi un valore economico (escluso il denaro, vietato dalla legge) superiore a 25,82 € *, richiede al Promotore una serie di adempimenti previsti dalla normativa sui Concorsi a Premi.

Eccoli di seguito elencati.

 

Primo adempimento: la stesura del Regolamento

Per prima cosa è necessario redigere il Regolamento del Concorso a premi, in cui dovrai indicare:

  • il soggetto o i soggetti promotori
  • la durata
  • l’ambito territoriale
  • le modalità di svolgimento
  • la natura ed il valore indicativo dei singoli premi messi in palio
  • il termine della consegna dei premi
  • la Onlus alla quale devolvere i premi non richiesti o non assegnati

 

Secondo adempimento: la cauzione a garanzia dei premi promessi

Il soggetto promotore del Concorso a premi deve prestare una cauzione a favore del Ministero dello Sviluppo Economico sul valore complessivo del montepremi (al netto dell’IVA). La cauzione può essere prestata in 3 modalità alternative:

  • tramite fidejussione bancaria
  • tramite fidejussione assicurativa
  • tramite deposito in denaro o in titoli di Stato presso la Tesoreria provinciale dello Stato

La cauzione sarà svincolata trascorsi 180 giorni dal ricevimento del verbale di chiusura del concorso da parte del MiSE.

Per altre informazioni e consigli sulla cauzione, puoi leggere l’articolo completo sul nostro Blog – clicca qui.

 

Terzo adempimento: la Comunicazione al MiSE

Almeno 15 giorni (di calendario) prima dell’inizio del Concorso a premi va inviata la comunicazione al Ministero dello Sviluppo Economico.

La comunicazione può essere effettuata esclusivamente dal sito www.impresa.gov.it, accedendovi con la tua CNS, la Carta Nazionale dei Servizi, oppure con una apposita Smart Card che puoi richiedere alla tua Camera di Commercio.

La comunicazione prevede la compilazione di un modulo online, chiamato Prem@online, al quale vanno allegati sia il Regolamento che la scansione della cauzione, entrambi firmati con firma digitale.

 

Quarto adempimento: il verbale di assegnazione dei premi

Ogni fase dell’assegnazione dei premi va effettuata alla presenza di un notaio o di un funzionario responsabile della tutela del consumatore e della fede pubblica della Camera di Commercio territorialmente competente.

Se scegli di avvalerti di un funzionario camerale, ricorda di prendere appuntamento con anticipo e di verificare sul sito web della Camera di Commercio sia le modalità di prenotazione che le tariffe del servizio.

 

Quinto adempimento: la consegna dei premi

Siamo al momento più gratificante, quello che rende felici i vincitori del concorso: la consegna dei premi!

La consegna dei premi va fatta tassativamente rispettando i tempi e le modalità indicate nel regolamento.

Dovrai fare in modo di avere i documenti di trasporto o le ricevute liberatorie da ogni vincitore, è necessario esibirli nella fase successiva.

 

Sesto adempimento: la chiusura

Dopo aver consegnato tutti premi e raccolto i documenti di consegna o le ricevute liberatorie, dovrai ripresentarti da un notaio o da un funzionario camerale. Costui verificherà la corretta consegna dei premi ai vincitori e redigerà il verbale di chiusura.

A questo punto dovrai scansionare il verbale di chiusura, firmarlo con firma digitale ed inviare le Comunicazione di chiusura al Ministero dello Sviluppo Economico, sempre tramite il portale www.impresa.gov.it.

 

Settimo adempimento: il pagamento delle tasse 🙁

Il fisco pretende il pagamento di una Ritenuta a titolo di imposta del 25%, da calcolare sul valore totale (al netto dell’IVA) dei premi assegnati.

L’IVA pagata sui premi assegnati NON è detraibile ma se hai assegnato premi che sono non imponibili IVA (per esempio i viaggi), dovrai corrispondere anche un’imposta sostitutiva del 20% calcolata sul prezzo di acquisto.

Se stai imprecando, sappi che hai tutta la mia comprensione 🙂

 

Last but not least: la privacy

Ho inserito questo adempimento in coda alla lista solo per facilità di lettura, ma lo devi affrontare già in fase di stesura del regolamento.

Infatti, quando realizzi un concorso a premi, di qualsiasi natura, raccogli dati personali dei partecipanti, quindi dovrai:

  • predisporre un’idonea informativa sul trattamento dei dati, con eventuale richiesta del consenso quando necessaria
  • predisporre un sistema di trattamento e conservazione dei dati raccolti adeguato e sicuro

e intraprendere ogni altra attività richiesta dalla normativa sulla privacy.

Non sottovalutare questo adempimento, il Garante Privacy da seguito alle segnalazioni che riceve e irroga sanzioni pesantissime.

 

Ecco questa è tutta la mole di adempimenti che devi osservare per fare il tuo super Concorso a premi.

Ma c’è una soluzione facile: ingaggiare un Consulente bravo che fa tutte queste cose al posto tuo, proprio tutte. Cosi potrai realizzare il tuo primo Concorso a premi “legale” e dormire sonni tranquilli.

 

Scegli il Consulente migliore,

scegli Max Marketing

CHIEDI IL SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO

 

 

 

* aggiornamento FAQ del MiSE Ottobre 2017

Massimiliano Ferrari

Laureato alla Bocconi, fa una lunga gavetta nel marketing dal 1995. Nel 2003 la sua prima esperienza imprenditoriale. Nel 2007 fonda Max Marketing che guida ancora oggi. Dopo Max Marketing, la sua passione è la fotografia.