Concorsi a premi: quando più imprese si associano

/Concorsi a premi: quando più imprese si associano

Concorsi premi ditte associate

Due o più imprese possono associarsi per realizzare in comune un Concorso a premi. È una possibilità prevista dall’art. 5 del D.P.R. 26 ottobre 2001 n. 430.

Ci sono 3 casi tipici di Concorsi a premi effettuati da ditte associate, che ricorrono spesso

  1. Associazioni di Commercianti: più commercianti di uno stesso luogo indicono un Concorso a premi al quale si può partecipare effettuando acquisti presso i negozianti aderenti all’Associazione
  2. quando i consumatori possono partecipare ad un concorso a premi acquistando un prodotto di una azienda produttrice solo in determinati punti vendita oppure in determinate catene commerciali e non in altre
  3. quando nella denominazione della manifestazione a premio c’è espresso riferimento ad una specifica insegna commerciale o marchio (es. “Acquista dal Mobilificio XYZ e vinci una cucina Scavolini”)

Nel caso di concorsi a premi tramite social network bisogna fare attenzione alle indicazioni date dal Ministero dello Sviluppo Economico nelle ultime FAQ di ottobre 2018:

  • se l’unico canale di partecipazione è un social network questi deve essere Associato alla manifestazione
  • se invece, oltre al social network è possibile partecipare al concorso a premi anche attraverso altri canali (per esempio attraverso un sito web, tramite sms, tramite e-mail) l’Associazione non è necessaria quando i partecipanti al concorso a premio risultino già iscritti al social network al momento dell’inizio del concorso.

 

Cosa implica l’associazione di imprese in una stessa manifestazione a premi?

Quando più ditte sono associate in una medesima manifestazione a premio, esse sono responsabili in solido per le obbligazioni assunte nei confronti dei promissari e per il pagamento di eventuali sanzioni. La responsabilità solidale NON si estende ai rivenditori dei prodotti o dei servizi promozionati che NON hanno concorso all’organizzazione della manifestazione.

Da un punto di vista prettamente operativo, proprio ai fini dell’individuazione di questa responsabilità solidale, è necessario indicare nel Regolamento del Concorso a premi e negli appositi quadri del modello Prem@online (sezione 1, Quadri A e B) sia l’impresa promotrice (quella che funge da capofila) sia tutte le ditte associate.

Massimiliano Ferrari, Founder & CEO di Max Marketing

Laureato alla Bocconi, fa una lunga gavetta nel marketing dal 1995. Nel 2003 la sua prima esperienza imprenditoriale. Nel 2007 fonda Max Marketing che guida ancora oggi. Dopo Max Marketing, la sua passione è la fotografia.

2019-02-05T17:18:00+00:0013 Ott 2018|