GIURIA - Guida ai concorsi a premi di abilità con Giuria regole, giurati e vantaggi

Guida ai concorsi a premi di abilità con Giuria: regole, giurati e vantaggi

14 Dicembre 2023

Indice dei Contenuti

Perché sono utili i concorsi a premi di abilità con giuria

I concorsi a premi di abilità in cui la scelta dei vincitori è affidata ad una giuria sono utilizzati quando ai concorrenti viene chiesto di partecipare con un “contributo”. Può trattarsi di una fotografia, di un video, di un disegno, di un progetto o di una ricetta. Spesso questi contest vengono organizzati non solo per promuovere un prodotto o un servizio ma anche per raccogliere contenuti generati dagli utenti (UGC).

In questo tipo di contest, l’unico modo per garantire serietà e imparzialità di giudizio è affidare la scelta dei vincitori ad una giuria.

Può trattarsi di una giuria tecnica, composta da esperti interni o esterni all’azienda promotrice, oppure da una giuria popolare online. In alcuni casi, si ricorre a entrambe, creando una sinergia tra la scelta del pubblico e quella della giuria tecnica (per esempio stabilendo premi diversi per i prescelti dalle due giurie, oppure creando una short list tramite il voto popolare e lasciando alla giuria tecnica la successiva scelta dei vincitori).

Ecco le regole ed i suggerimenti da seguire per impostare correttamente un concorso a premi di abilità con assegnazione dei premi mediante una giuria tecnica.

Composizione numerica della giuria

Poiché la giuria prende decisioni a maggioranza, è consigliabile nominare un numero dispari di giurati (almeno 3).

Selezione dei giurati

La giuria può essere nominata liberamente dall’azienda promotrice; possono far parte della commissione sia persone interne all’azienda sia figure tecniche esterne. Possono parteciparvi anche il titolare, la moglie ed i figli, nessuno lo vieta; tuttavia, se vuoi che il tuo concorso a premi sia credibile, ti consiglio di scegliere giurati che siano tecnicamente preparati a valutare i concorrenti e possibilmente siano popolari.

Una volta selezionati i giurati dovrai comunicare per tempo i loro nomi al notaio o funzionario delegato dal Responsabile della tutela della fede pubblica della Camera di Commercio che interviene in qualità di garante e tutore della fede pubblica. I documenti di identità dei giurati sono parte integrante della documentazione relativa al concorso che dovrai inviare al notaio o al funzionario camerale prima della data prevista per l’assegnazione dei premi.

Se desideri pubblicizzare i nominativi dei giurati fin dall’inizio del concorso a premi, magari noti e in grado di conferire prestigio al tuo concorso, considera l’inclusione di una clausola nel regolamento che consenta la loro sostituzione anche per motivi non riconducibili a eventi di forza maggiore. Nel caso in cui si tratti di personalità di spicco o celebrità nei rispettivi settori, è opportuno evitare possibili problemi derivanti da comportamenti imprevedibili e/o capricciosi.

Come deve operare la giuria

I criteri o parametri che i concorrenti devono seguire per “creare” il proprio “lavoro” devono essere specificati nel Regolamento del concorso a premi. La giuria dovrà̀ quindi valutare i “lavori” sottoposti dai concorrenti escludendo quelli che non rispettano i criteri indicati nel Regolamento e, successivamente, votando gli altri concorrenti fino a decretare la graduatoria finale dei vincitori.

I giurati non devono riunirsi necessariamente nello stesso luogo. I lavori della giuria devono svolgersi alla presenza di un notaio o del Responsabile della tutela della fede pubblica della Camera di Commercio competente per territorio che vigila affinché gli elaborati pervenuti siano valutati dai giurati in forma anonima e redige il verbale di assegnazione dei premi, ma per fare questo non è necessario che i giurati siano tutti presenti fisicamente, possono deliberare da remoto, tutti o in parte.

Garanzia di imparzialità: esame degli elaborati in forma anonima

Per garantire a tutti i partecipanti l’imparzialità del giudizio e, di conseguenza, la serietà del tuo concorso a premi, è essenziale che la giuria esamini gli elaborati in forma anonima. Solo dopo la selezione del miglior lavoro sarà possibile associarlo al nome del concorrente e procedere quindi all’assegnazione del premio all’autore.

Come fare? Se l’invio dei “lavori” viene fatto per posta ordinaria, il Ministero delle Imprese e del Made in Italy consiglia di adottare il sistema della doppia busta, in uso anche nei pubblici concorsi

il concorrente, predisposto l’elaborato in forma anonima e senza segno alcuno, lo imbusta in un plico, entro cui inserisce una busta piccola contenente un cartoncino recante le sue generalità. Prima di procedere alla valutazione dell’elaborato, si provvederà̀ alla separazione della busta piccola dalla grande, apponendo su ambedue l’identica numerazione. Effettuata la valutazione, si abbinerà l’elaborato al nominativo rinvenibile nella busta piccola, che dovrà, pertanto, rimanere chiusa fino a quel momento (individuazione del vincitore).

Se invece l’invio avviene tramite web o posta elettronica, dovrai predisporre il sistema di ricezione e archiviazione in modo tale che alla giuria verranno sottoposti i lavori in modo totalmente anonimo e sia possibile abbinare il nome dei vincitori solo successivamente.

Chiedi a Max Marketing!

Se stai pensando di organizzare un concorso a premi di abilità con giuria, siamo qui per aiutarti a impostare un contest memorabile e imparziale.

Contattaci oggi stesso per una consulenza personalizzata e scopri come possiamo contribuire al successo del tuo concorso.

Vuoi organizzare un concorso a premi di abilità con Giuria?
Compila il form sottostante per ricevere informazioni

Massimiliano Ferrari

Laureato alla Bocconi in Economia Aziendale con specializzazione in Marketing. Direttore marketing in varie aziende, nel 2003 avvia la sua prima esperienza imprenditoriale. Nel 2007 fonda Max Marketing che guida ancora oggi. Nella sua carriera ha collaborato ad oltre 1.900 campagne promozionali. È socio FederPrivacy.