Come scrivere il Regolamento di un Concorso a Premi - Max Marketing

La stesura del Regolamento è obbligatoria per organizzare un concorso a premi in Italia.

Lo impone il DPR n. 430 del 2001, la legge che in Italia regola le manifestazioni a premio.

Cosa scrivere nel Regolamento del concorso a premio

Il Regolamento del concorso a premi deve contenere queste informazioni (art. 11):

  • il soggetto o i soggetti promotori (vedi il mio precedente post “Concorsi a premi realizzati da ditte associate”)
  • la durata del concorso
  • l’ambito territoriale di svolgimento del contest
  • le modalità di svolgimento
  • la natura ed il valore indicativo dei singoli premi messi in palio
  • il termine della consegna dei premi
  • la Onlus alla quale devolvere gli eventuali premi non richiesti o non assegnati

La parte relativa alle modalità di svolgimento è quella più dettagliata e riguarda le modalità che consentono al pubblico di partecipare al concorso, che consentono ai concorrenti di sapere se hanno vinto o meno e come riceveranno i premi.

Prima di descrivere le modalità di svolgimento è opportuno riflettere sul flusso di gioco e pensare a tutte le difficoltà che possono incontrare i partecipanti cercando le soluzioni più semplici, per loro e per il promotore che deve gestire operativamente il contest.

Non esiste un modello apposito di Regolamento scaricabile da qualche sito. La forma è libera: questo non significa che si può scrivere quello che si vuole o non scrivere le informazioni essenziali, bensì che si può strutturare a piacere inserendo i contenuti obbligatori richiesti dall’art. 11 del DPR 430/2001.

Gli altri adempimenti obbligatori oltre al Regolamento del concorso a premi

La normativa vigente pone in carico ai soggetti promotori di un concorso a premi i seguenti adempimenti:

  1. stesura del Regolamento
  2. predisposizione di una cauzione pari al 100% del valore del montepremi
  3. invio della Comunicazione di svolgimento di concorso a premio al Ministero dello Sviluppo Economico: deve essere effettuata tramite la compilazione del Modulo PREMA CO/1, allegando il Regolamento e la cauzione
  4. stesura e somministrazione dell’informativa privacy e connesse formule di consenso al trattamento dei dati personali
  5. assegnazione dei premi alla presenza di un notaio o Funzionario della Camera di Commercio che verificherà il rispetto dei procedure di descritte nel regolamento
  6. verbalizzazione della chiusura del concorso a premi con il notaio o Funzionario della Camera di Commercio, consegnando i documenti che attestano la consegna dei premi ai legittimi vincitori
  7. invio della Comunicazione di chiusura concorso a premio al MiSE tramite il Modello PREMA CO/2

Come pubblicizzare il Regolamento di un concorso a premi

Il Regolamento del concorso a premi deve essere messo a disposizione del consumatore per una corretta informazione.

Il Regolamento che va messo a disposizione del consumatore deve essere lo stesso di quello inviato al Ministero; può anche essere presentato in forma diversa (per esempio nel caso in cui si vogliano rendere più chiare e fruibili al consumatore le informazioni in esso contenute), ma il regolamento della manifestazione deve mostrare un contenuto sostanzialmente identico.

Il modo migliore di mettere a disposizione del consumatore il Regolamento è pubblicarlo sul proprio sito web, nella stessa pagina in cui pubblicizzi il contest: ormai tutti hanno uno smartphone e possono leggerlo agevolmente. Nel caso di concorsi in Centri Commerciali, l’Infopoint o la postazione hostess sono soluzioni ancora migliori per comunicare con trasparenza ai partecipanti.

Il Regolamento di un Concorso a premi può essere modificato successivamente?

Il Regolamento può essere modificato se le modifiche non ledono i diritti acquisiti dai partecipanti. La nuova meccanica va comunicata agli interessati con le stesse modalità in cui è stata pubblicizzata la promessa originaria o in forme equivalenti.

Le modifiche al Regolamento vanno notificate al Ministero dello Sviluppo Economico con le stesse modalità utilizzate per la comunicazione di avvio concorso, ossia tramite il portale impresainungiorno.gov.it, compilando il Modulo Modifica CO/1 – Comunicazione di modifica di svolgimento di concorso a premio.

Ricorda che è vietato pubblicizzare e svolgere concorsi a premio in difformità dal Regolamento e dalle sue eventuali modifiche: pertanto, se a seguito delle modifiche, i materiali pubblicitari in circolazione pubblicizzano “regole” diverse, dovrai ritirarli e sostituirli con materiali pubblicitari aggiornati.

Da chi farsi aiutare per scrivere correttamente il Regolamento del concorso a premi?

Il Regolamento è l’atto più importante di un concorso a premi.

Scrivere il Regolamento di un concorso a premi è obbligatorio, scriverlo correttamente è necessario per evitare contestazioni sia da parte degli utenti che dal MiSE.

Oltre ad inserire i contenuti obbligatori, è necessario concentrarsi sulle modalità di svolgimento pensando al flusso di gioco e a come regolamentare ogni fase ed ogni comportamento richiesto ai partecipanti (anche i comportamenti indesiderati da vietare) affinché la manifestazione possa ingaggiare il tuo pubblico ed avere successo.

Per questo è importante affidarsi a dei professionisti competenti con esperienza pluriennale che possano garantirti una stesura del Regolamento del concorso a premi a norma di legge e a prova di contestazioni. Non rientrano tra queste figure il commercialista né l’avvocato, non è il loro campo.

I consulenti di Max Marketing si occupano di concorsi a premi dal 1997 ed hanno fondato questa agenzia nel 2007: di Regolamenti ne hanno scritti parecchi, senza ricevere alcuna contestazione, MAI!

Oltre ad un servizio di consulenza completo e garantito per l’espletamento di tutti gli adempimenti ti offriamo anche servizi di gestione operativa del tuo concorso a premi e piattaforme software per lo svolgimento di contest su Instagram e su concorsi a premi su WhatsApp –> All inclusive

Hai bisogno di aiuto nella stesura del Regolamento?

CHIEDI AL NOSTRO ESPERTO

    *obbligatorio


    Informativa sul trattamento dei dati personali